MailUp delibera un aumento di capitale riservato ad Investitori Istituzionali da attuarsi mediante procedura di accelerated bookbuilding

Scarica il comunicato stampa

Il Consiglio di Amministrazione di MailUp S.p.A. (la “Società” o “MailUp”), società ammessa a quotazione sul sistema multilaterale di negoziazione “AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale” e attiva nel campo delle marketing technology (Reuters: MAIL.MI) (Bloomberg: MAIL IM) (ISIN IT0005040354), riunitosi in data odierna sotto la presidenza di Matteo Monfredini, ha deliberato di dare esecuzione parziale alla delega di cui all’articolo 2443 c.c., conferita dall’Assemblea Straordinaria in data 23 dicembre 2015, aumentando il capitale sociale, a pagamento ed in via scindibile, per un importo massimo di Euro 6.264.000,00(comprensivo di sovrapprezzo), mediante emissione di massime n. 2.610.000 azioni ordinarie prive di indicazione del valore nominale espresso.

Le azioni di nuova emissione verranno offerte in sottoscrizione nell’ambito di un collocamento privato da realizzarsi attraverso una procedura di accelerated bookbuilding (l’“Accelarated Bookbuilding”) e saranno emesse con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’art. 2441, comma 5, c.c., in quanto da riservarsi esclusivamente a “investitori qualificati” (come definiti nell’art. 34-ter, comma 1, lett. b) del regolamento emittenti adottato con delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e sue modifiche ed integrazioni (il “Regolamento Emittenti”) in Italia e “investitori istituzionali” all’estero (con l’esclusione degli Stati Uniti e di qualsiasi altro Paese nel quale l’offerta o la vendita delle azioni oggetto di offerta sarebbero vietate ai sensi di legge o in assenza di esenzioni), pertanto senza pubblicazione di prospetto e/o di un documento informativo in virtù dell’esenzione di cui al richiamato art. 34-ter, comma 1, lett. b) del Regolamento Emittenti.

Le azioni saranno offerte ad un prezzo di sottoscrizione compreso in un range tra Euro 2,30 ed Euro 2,40 ed in ogni caso al prezzo puntuale di sottoscrizione che emergerà ad esito della procedura di Accelarated Bookbuilding, secondo la prassi di mercato per operazioni similari.

Il Consiglio di Amministrazione ha conferito a ciascuno tra il Presidente del Consiglio di Amministrazione Matteo Monfredini, il Vice-Presidente del Consiglio di Amministrazione Nazzareno Gorni o il Consigliere Esecutivo Giandomenico Sica, disgiuntamente tra loro, il potere di dare attuazione alla delibera di aumento di capitale individuando il numero definitivo delle azioni di nuova emissione nonché il loro prezzo puntuale di sottoscrizione, quest’ultimo di intesa con Fidentiis Equities S.V., S.A. che agisce in qualità di Sole Bookrunner dell’Accelarated Bookbuilding.

Si informa che l’Accelarated Bookbuilding viene avviato con effetto immediato a ragione della deliberazione odierna e MailUp si riserva il diritto di chiudere il medesimo in qualsiasi momento (anche anticipatamente rispetto al termine finale di sottoscrizione dell’aumento di capitale fissato al 31 luglio 2017). La Società darà tempestiva comunicazione dell’esito dell’Accelarated Bookbuilding e pertanto del numero di azioni di nuova emissione effettivamente collocate e del relativo prezzo puntuale di sottoscrizione.

A ragione dell’esistenza di azioni senza indicazione del valore nominale, il prezzo puntuale di sottoscrizione sarà imputato per Euro 0,025 a quota capitale e per il residuo a sovrapprezzo. In caso di integrale sottoscrizione delle n. 2.610.000 azioni di nuova emissione, il capitale sociale post aumento di MailUp sarà rappresentato da n. 14.065.627 azioni ordinarie, aventi tutte le medesime caratteristiche di quelle attualmente in circolazione, per un capitale nominale di complessivi Euro 351.640,68.

Le azioni di nuova emissione saranno ammesse alla negoziazione su AIM Italia, al pari delle azioni già in circolazione e nel rispetto delle applicabili disposizioni di legge e regolamentari.

L’operazione ha il fine di contribuire a rafforzare la struttura patrimoniale e finanziaria di MailUp – contribuendo altresì all’ampliamento della capitalizzazione di Borsa a ragione di futuri obiettivi di espansione della Società – e di supportare la relativa crescita e sviluppo, anche per linee esterne ovvero per il tramite di operazioni di mergers and acquisitions (rientranti nel business plan della Società), così come di incrementare il flottante con conseguente ampliamento e diversificazione della base azionaria agevolando lo scambio dei titoli.

Maggiori informazioni in merito agli obiettivi dell’operazione nonché in merito alle ragioni di esclusione del diritto di opzione sono altresì rinvenibili nella relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione predisposta ai sensi dell’art. 2441, commi 5 e 6, c.c. che sarà messa a disposizione sul sito internet della Società www.mailupgroup.com nei tempi e nei modi previsti dalla regolamentazione applicabile.

Nell’ambito dell’operazione e coerentemente con la prassi di mercato per collocamenti di questa natura, MailUp ha assunto degli impegni di lock-up, per una durata di 90 giorni, fatte salve le emissioni di azioni riservate a piani di stock option e/o stock grant.

MailUp è assistita nell’operazione dallo studio legale Simmons & Simmons, mentre Fidentiis Equities si è avvalsa della consulenza di Lombardi Segni e Associati Studio Legale.

IL PRESENTE COMUNICATO NON È DESTINATO ALLA PUBBLICAZIONE, DISTRIBUZIONE O DIFFUSIONE, DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE, COMPLETAMENTE O IN PARTE, NEGLI STATI UNITI, CANADA, SUDAFRICA, AUSTRALIA, GIAPPONE O IN ALTRE GIURISDIZIONI OVE L’OFFERTA SAREBBE VIETATA AI SENSI DELLA LEGGE APPLICABILE.

Il presente comunicato è pubblicato a fini meramente informativi ai sensi della legge italiana e non deve essere inteso quale proposta di investimento né, in alcun caso, potrà essere utilizzato o considerato come un’offerta di vendita né come un invito volto ad offrire o ad acquistare o vendere al pubblico strumenti finanziari di MailUp S.p.A.

Scarica il comunicato stampa

ft 1000
deloitte 3
deloitte 2
deloitte 1
saas 1000