Il Consiglio di Amministrazione di MailUp S.p.A. ha approvato la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2019

  • RICAVI consolidati pari a € 29,31 mln, +63% rispetto al 30 giugno 2018
  • RICAVI esteri pari a € 13,38 mln, +71% rispetto al 30 giugno 2018
  • EBITDA consolidato pari a € 2,14 mln, +15% rispetto al 30 giugno 2018
  • UTILE NETTO consolidato di periodo pari a € 0,41 mln, -20% rispetto al 30 giugno 2018
  • POSIZIONE FINANZIARIA NETTA consolidata negativa (cassa) pari ad € 4,4 mln, rispetto a € 6,4 mln del 31 dicembre 2018
  • PROSEGUE IL PERCORSO DI CRESCITA ORGANICA E PER LINEE ESTERNE DEL GRUPPO

MailUp S.p.A. (la “Società” o l’“Emittente” o “MailUp”), società ammessa alle negoziazioni su “AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale”, sistema multilaterale di scambi organizzato da Borsa Italiana, e operante nel settore delle cloud marketing technologies, comunica che in data odierna il Consiglio di Amministrazione ha esaminato ed approvato la situazione semestrale consolidata al 30 giugno 2019, redatta in accordo ai principi contabili internazionali (IAS/IFRS).

Le principali voci di risultato del Gruppo al 30 giugno 2019 sono le seguenti:

I risultati del Gruppo al 30 giugno 2019 suddivisi per business unit sono i seguenti:

 

Il Consiglio di Amministrazione ha espresso soddisfazione per i risultati positivi del semestre, anche alla luce della alta competitività del mercato di riferimento e del complesso contesto congiunturale.

Nel primo semestre 2019 il Gruppo MailUp ha registrato risultati positivi. I ricavi complessivi consolidati sono passati da 18 milioni di Euro a oltre 29 milioni con un incremento di oltre 11 milioni di Euro, pari al 63% in termini percentuali. Passando alle principali linee di business, il comparto SMS, per sua natura dinamico e volatile, nonché fortemente price-oriented, ha fatto registrare la crescita più elevata in valore assoluto con oltre 8,9 milioni di Euro di maggiori ricavi consolidati (+74%) rispetto al pari periodo 2018, per un fatturato totale superiore a 20 milioni di Euro, grazie in particolare alla crescita dei volumi di Agile Telecom. Il comparto email, per sua stessa natura il più stabile e consolidato all’interno del Gruppo, ha registrato un incremento del 15%, attestandosi a quasi 6,3 milioni di Euro di ricavi, grazie all’ottimo contributo dell’editor BEE che è passato nel semestre da Euro 426 migliaia a oltre 1 milione di Euro di ricavi (+147%), incrementando il percorso di crescita già molto brillante del 2018, a conferma del favore crescente riscontrato presso i marketer statunitensi e a livello internazionale. Positivo anche se contenuto in valore assoluto il trend dei Professional Services, servizi consulenziali di customizzazione e formazione sulle piattaforme erogati su richiesta dei clienti, che ha fatto registrare un incremento percentuale di oltre il 45%. Si segnala inoltre l’ottima performance nel semestre della nuova linea di business dei ricavi Predictive Marketing, generati da Datatrics B.V., la controllata olandese acquisita a fine 2018, coadiuvata da Datatrics S.r.l. a livello nazionale. Per questa business line non è disponibile il confronto con il primo semestre dello scorso anno essendo all’epoca fuori dal perimetro di consolidamento. I ricavi esteri ammontano a circa € 13,38 mln, in crescita sul primo semestre del 2018 sia in valore assoluto (+71%) sia come incidenza complessiva (46% rispetto al precedente 44%).

L’EBITDA consolidato ha superato 2,14 milioni di Euro, in progresso del 15% rispetto all’EBITDA del primo semestre 2018 pari a 1,87 milioni di Euro. La variazione netta positiva di Euro 278.443 risulta influenzata principalmente dai seguenti fattori: (i) l’impatto positivo a livello consolidato per Euro 333.497 derivante dall’adozione, a partire dal 1 gennaio 2019, del nuovo principio contabile IFRS 16, relativo ai costi di affitto, leasing e noleggio secondo l’approccio retrospettivo modificato senza riesposizione dei dati comparativi del periodo precedente; (ii) l’impatto negativo per Euro 670.906 di una sopravvenienza passiva , ovvero un costo di competenza del 2018, riguardante un fornitore di Agile Telecom, che sarà sostituito nel corso del secondo semestre 2019; (iii) l’impatto negativo della marginalità di Datatrics, ancora in fase di start up.

L’utile ante imposte è risultato di Euro 786 migliaia, in diminuzione rispetto al dato pari periodo 2018 di circa Euro 230 migliaia, con ammortamenti in crescita di oltre il 55% (+ Euro 476 migliaia). In questo caso l’applicazione dell’IFRS 16 ha determinato un effetto negativo di maggiori ammortamenti per Euro 324.738 e maggiori oneri finanziari per Euro 15.983. L’effetto economico complessivo consolidato del nuovo principio contabile ammonta a Euro 7.224 di maggiori costi che gravano sul presente periodo semestrale.

L’utile netto del semestre chiuso al 30 giugno 2019, dopo la stima delle imposte correnti e differite di competenza, è pari a Euro 411 migliaia contro Euro 513 migliaia del periodo precedente, in calo del 20%.

La Posizione Finanziaria Netta consolidata al 30/06/2019 presenta un ammontare negativo (cassa) pari a 4,4 milioni di Euro, in calo rispetto al saldo (sempre negativo) di 6,4 milioni di Euro al 31/12/2018; la variazione è influenzata dal flusso positivo della gestione operativa, che tuttavia viene più che compensato dalla posta di maggiore indebitamento pari a 2,4 milioni di Euro, derivante dall’adozione, a partire dal 01/01/2019, del nuovo principio contabile IFRS 16, relativo ai costi di affitto, leasing e noleggio, nonché dai pagamenti relativi all’ultima tranche di earn-out per Agile Telecom (Euro 600 migliaia pagati nel mese di giugno 2019) e alla seconda tranche di pagamento dell’acquisizione Datatrics (Euro 374 migliaia pagati nel mese di aprile 2019).

Eventi di rilievo successivi al 30 giugno 2019

Il 10 luglio 2019, il titolo MAIL ha registrato un nuovo massimo storico, con un prezzo per azione pari a Euro 4,49. A tale valore, la capitalizzazione della società corrisponde a oltre Euro 67 mln.

Il 30 luglio 2019 il Consiglio di Amministrazione di MailUp ha preso atto che la controllata in via totalitaria MailUp Inc., anche in un’ottica di sinergia con le altre piattaforme del Gruppo MailUp, e alla luce altresì degli obiettivi posti dal business plan a livello consolidato, ha ritenuto opportuno avviare un processo di internalizzazione dello sviluppo e del business development, attraverso l’inserimento – nel proprio organigramma aziendale – di una figura professionale a ciò preposta in qualità di Chief Growth Officer, che sarà responsabile della strategia e dello sviluppo commerciale delle cinque Business Units del Gruppo MailUp. In particolare, avrà la responsabilità del corporate development di gruppo, e si occuperà di migliorare la sinergia tra le piattaforme del Gruppo MailUp, individuandone opportunità di sviluppo e di crescita reciproca. Ad esito di un processo di ricerca, tale figura è stata individuata nel dott. Armando Biondi, già Amministratore Indipendente della Società, che ha accettato di assumere la funzione di Chief Growth Officer come sopra descritta. Per tutti i dettagli della delibera si rinvia al comunicato stampa emesso nella corrispondente data.

Entro la fine del corrente anno verrà completato il trasferimento della sede legale e operativa di MailUp di Milano presso i nuovi uffici ubicati in via Pola 9, sempre a Milano. Il progetto prevede la realizzazione di ca. 1.150 MQ su un unico piano con circa 90 postazioni in libera assegnazione, ed è parte di un progetto più ampio denominato “MailUp People Strategy” che ha tra gli obiettivi quello di introdurre lo Smart Working come modello di lavoro distribuito e di migliorare la qualità della vita lavorativa delle persone.

La società BDO S.p.A., in qualità di revisore legale dei conti, in data odierna, ha emesso la propria relazione di revisione limitata senza evidenziare rilievi.

Matteo Monfredini, Presidente e fondatore di MailUp Group, così commenta i risultati raggiunti: “Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti, che confermano la solidità ed il potenziale degli investimenti effettuati finora anche in contesti di maggiore complessità e competitività. La crescita di tutte le business unit, e in particolare di BEE e Datatrics, che ha di fatto raggiunto livelli di fatturato paragonabili all’intero anno 2018, convalida la nostra visione di un Gruppo basato su un mix di attività innovative, fortemente complementari e sinergiche.”

Nazzareno Gorni, Amministratore Delegato e fondatore di MailUp Group, così commenta i risultati raggiunti: “Lo sviluppo del business procede secondo i piani, con BEE sempre più protagonista su scala globale e Datatrics che sta eseguendo il piano di sviluppo definito in occasione dell’acquisizione di dicembre 2018. La marginalità ha subito un rallentamento a causa di un fattore imprevisto e non ripetibile riguardante Agile Telecom, che tuttavia non ci aspettiamo abbia effetti negli esercizi successivi al presente. Successivamente alla chiusura del semestre, il Gruppo prosegue il proprio rafforzamento operativo, con l’inserimento di nuove e importanti competenze di User Experience (UX), per migliorare l’usabilità dei nostri prodotti, e della figura del Chief Growth Officer, una risorsa di comprovata esperienza internazionale nell’ambito SaaS B2B che supporterà la crescita del Gruppo per vie sia organiche sia esterne.”

Scarica il comunicato stampa
ft 1000
deloitte 3
deloitte 2
deloitte 1
saas 1000